Gli errori dello stato devono essere riconosciuti


iSpeech Vogon

ewbkantrea.jpg

di MoVimento 5 Stelle

Alla scomparsa di Davide Cervia aveva 31 anni. Era il 1990. Molti di voi ricorderanno la sua storia e, come sapete, recentemente il processo civile si è concluso con la condanna del Ministero della Difesa a pagare un euro simbolico 1, con una motivazione seria e senza precedenti: aver violato il diritto di la verità dei parenti attraverso azioni omissive.

Una frase che coloro che ci hanno preceduto, tuttavia, hanno deciso di contestare, evidentemente non accettando il contenuto. Bene, questo post, oggi, solo per comunicare che come ministro della Difesa ho dato indicazioni per rinunciare all'appello .

Dopo un'attenta lettura dei documenti in possesso dell'amministrazione, ho scelto di riconoscere gli errori dello Stato nei confronti di una famiglia che merita rispetto e verità!
Li ho incontrati negli ultimi giorni, a Velletri , per informarli della mia decisione. Mi sono scusato e lo faccio di nuovo ora, pubblicamente, a nome del paese e della difesa. Sarò felice di darti il ​​benvenuto presto nel ministero .
Infine, vorrei anche ringraziare l'Avvocatura Generale dello Stato, che ha sempre, con particolare sensibilità e professionalità, assistito l'amministrazione in numerose e complesse controversie.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

(Fonte: Articolo originale sul Blog delle Stelle)

Commenta su Facebook
Il Blog degli Astri

Informazioni su Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.

Precedente I ricercatori federali completano il secondo round di esperimenti di riconoscimento del tatuaggio problematico Successivo EFF, Human Rights Guarda oltre 70 grupos de la sociedad civil solicitan a Mark Zuckerberg que proporcione a todos los usuarios y usuarias un mecanismo para apelar ante la censura de contenidos en Facebook

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.