Espressione sul Web aziendale: 2018 Anno in rassegna


iSpeech Vogon
Espressione sul Web aziendale: 2018 Anno in rassegna

Se il 2017 è stato l'anno in cui le piattaforme aziendali sono state finalmente costrette a riconoscere il loro ruolo fuori misura sul Web, allora il 2018 dovrebbe essere ricordato come l'anno in cui molte di queste piattaforme hanno iniziato a fare i conti con esso. Da Facebook, infine, istituendo un processo di ricorso a Tumblr che vieta il contenuto per adulti , ecco alcuni dei modi in cui le piattaforme aziendali hanno cercato di assumersi la responsabilità ... con risultati misti per la libertà di espressione.

Facebook migliora la responsabilità

Per anni, i sostenitori hanno chiesto a Facebook di implementare un meccanismo per attirare le richieste di rimozione dei contenuti ... ea maggio l'azienda ha finalmente fatto i primi passi per farlo, annunciando che i ricorsi sarebbero stati inizialmente implementati per foto, video e post in due categorie. Sempre a maggio, il gigante dei social media
, offrendo maggiori dettagli su come vengono prese le decisioni sui contenuti e pubblicato il suo
primo rapporto sull'applicazione delle norme comunitarie

Più tardi, nel corso dell'anno, a seguito di una lettera di oltre 70 gruppi della società civile di tutto il mondo e di tutti gli Stati Uniti, guidati da diversi gruppi, tra cui il FEP, la società ha ulteriormente ampliato il proprio processo di ricorso per includere altre categorie di contenuti.

Il sesso colpisce a Tumblr, Facebook e YouTube

La scomparsa di SESTA / FOSTA all'inizio del 2018 ha aperto una nuova minaccia alla libertà di espressione online e ha spinto le aziende a intraprendere un'azione radicale contro determinati discorsi. Sebbene non tutti i casi di cambiamenti politici possano essere direttamente attribuiti alla legge, è difficile non vederne l'influenza. Da Tumblr di inizio dicembre alla nuova politica di Facebook sulla sollecitazione sessuale , è chiaro che stiamo assistendo a un effetto agghiacciante.

Inoltre, le misure presumibilmente intese a ridurre al minimo i takedown, come la demonetizzazione su YouTube, sembrano avere un impatto enorme sugli utenti il ​​cui lavoro si occupa di sesso, come educatori sulla salute sessuale e YouTubers LGBTQ +. Tutto sommato, la finestra per l'espressione sessuale sul Web aziendale si è ristretta nel 2018.

Twitter offre più trasparenza in tempo per le vacanze

A metà dicembre, Twitter ha diffuso un regalo per le vacanze agli utenti sotto forma di un rapporto sulla trasparenza espanso che include una sezione sull'applicazione delle regole della società. Il rapporto mostra il numero di account su cui sono state adottate varie azioni di controllo in sei categorie di parlato, un solido passo nella giusta direzione per la trasparenza. Sfortunatamente, il rapporto sulla trasparenza della società ha anche mostrato un aumento dell'80% delle richieste legali globali per le richieste di rimozione dei contenuti, che hanno avuto un impatto su più del doppio degli account rispetto al periodo precedente.

Cosa deve ancora venire ...

Il 2018 ha segnato l'anno inaugurale del nostro Who Is Your Back? Censorship Edition , in cui abbiamo valutato sedici piattaforme in cinque categorie. Non vediamo l'ora di vedere le aziende fare più passi avanti verso la responsabilità e la trasparenza nel nuovo anno!

Questo articolo fa parte della nostra serie Year in Review. Leggi altri articoli sulla lotta per i diritti digitali nel 2018.

DONARE A EFF

Ti piace quello che stai leggendo? Supporta oggi la difesa della libertà digitale!

(Articolo originale: EFF)

Commenta su Facebook
Fondazione Frontiera Elettronica

Informazioni su Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.

Precedente Le reti di base si mobilitano dalla costa alla costa per promuovere i diritti digitali: 2018 l'anno in rassegna Successivo Auguri di Natale 2018 su WhatsApp, frasi e immagini da inviare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.