Anno in rassegna: la sorveglianza aeroportuale procede in una nuova direzione pericolosa


iSpeech.vogon
Anno in rassegna: la sorveglianza aeroportuale procede in una nuova direzione pericolosa

Nel 2018, abbiamo appreso che l'espansione della sorveglianza biometrica sta arrivando in un aeroporto vicino a te. Questo include riconoscimento facciale, scansioni dell'iride e impronte digitali. E le agenzie governative non stanno dicendo nulla su come proteggeranno queste informazioni altamente sensibili.

In autunno, la Transportation Security Administration (TSA) ha pubblicato la propria biometrica Roadmap per la sicurezza dell'aviazione e l'esperienza dei passeggeri , dettagliare i piani per lavorare con la protezione doganale e di frontiera (CBP) per distribuire la raccolta biometrica e lo screening per tutti i passeggeri, compresi gli americani che viaggiano in patria . Fondamentalmente, CBP e TSA vogliono utilizzare il riconoscimento facciale e altri dati biometrici per rintracciare tutti, dal check-in, attraverso la sicurezza, nelle lounge degli aeroporti e sui voli. Se implementato, potrebbe non esserci molto da fare per evitarlo: il Department of Homeland Security (DHS) ha affermato che l'unico modo per garantire che i nostri dati biometrici non vengano raccolti quando viaggiamo è quello di "astenersi dal viaggiare". ”

Le radici di questo programma risalgono a pochi anni. Nel 2016 e nel 2017, il DHS ha avviato i suoi piani per la raccolta di immagini del volto e scansioni dell'iride da parte dei viaggiatori su scala nazionale. Nei programmi pilota in Georgia e Arizona del 2016, CBP ha utilizzato il riconoscimento facciale per catturare le foto di tutti i viaggiatori che si imbarcano su un volo fuori dal paese e attraversando un confine terrestre statunitense e confrontato quelle foto con foto precedentemente registrate da passaporti, visti e "altro Incontri DHS. "Ora, le agenzie pianificano di implementare il programma a tutti i voli internazionali e ai valichi di frontiera. Stanno inoltre collaborando con compagnie aeree private e aeroporti per raccogliere e conservare i dati. Il governo ha detto che conserverà le foto di cittadini statunitensi e residenti permanenti legittimi per due settimane e informazioni sul loro viaggio per 15 anni e conserverà i dati su "stranieri non immigrati" per 75 anni. Non ci sono restrizioni su quanto tempo le aziende private possono conservare i dati o cosa possono fare con esso.

Volare in casa non manterrà la tua biometria fuori da un database. La tabella di marcia TSA delinea esplicitamente piani per la raccolta di tutti i dati biometrici che desiderano da tutti i viaggiatori, ovunque essi utilizzino l'aeroporto. In futuro, il loro database potrebbe essere utilizzato al di fuori del contesto aeroportuale, dopotutto, il Precheck di TSA e Clear (una società privata) hanno già iniziato a utilizzare la loro tecnologia negli stadi per "consentire" ai visitatori di entrare più rapidamente.

Non ha precedenti per il governo raccogliere, archiviare e condividere questo tipo di dati, con questo livello di dettaglio, con molte agenzie e partner privati. E il rischio per tutti noi è reale. Il database biometrico indiano Aadhaar , costruito per ridurre la corruzione e ampliato per essere utilizzato da altri gruppi pubblici e privati, continua a essere compromesso . Non è solo economico acquistare le informazioni di uno dei 1,19 miliardi di persone nel database, ma gli hack permettono anche di inserire nuove informazioni nel database. Anziché aumentare la sicurezza, il database biometrico indiano ha creato più problemi e opportunità di corruzione.

Tutto ciò è particolarmente scioccante se si considera che, in fondo, gran parte di questi dati non è affatto affidabile. Esistono problemi di precisione significativi con l'attuale software di riconoscimento facciale, in particolare per le persone non bianche e femminili. Ad esempio, all'inizio di questa estate l'ACLU ha pubblicato un test del programma di riconoscimento facciale di Amazon, confrontando le foto ufficiali di 435 membri del Congresso con mugshot pubblicamente disponibili. L'ACLU ha trovato 28 false corrispondenze, anche in questo set di dati relativamente piccolo. Secondo la FAA , 2,5 milioni di passeggeri volano negli aeroporti statunitensi ogni giorno, il che significa che anche un tasso di errore del 2% farebbe sì che migliaia di persone vengano erroneamente identificate ogni giorno.

Questi programmi biometrici aeroportuali minacciano la privacy su larga scala. Raccogliendo e conservando i dati sul riconoscimento facciale e collaborando con società private che non hanno restrizioni sulla condivisione dei dati, il DHS sta gettando le basi per una vasta rete di sorveglianza e monitoraggio che potrebbe avere un impatto su tutti noi negli anni a venire. Il DHS potrebbe presto costruire un database abbastanza grande da identificare e rintracciare tutte le persone in luoghi pubblici, a loro insaputa, non solo nei luoghi sorvegliati dall'agenzia, come gli aeroporti, ma ovunque ci siano telecamere.

TSA non dovrebbe andare avanti su questo piano. Nel 2019, EFF continuerà a lottare per assicurarsi che tutti noi possiamo viaggiare in sicurezza.

Questo articolo fa parte della nostra serie Year in Review. Leggi altri articoli sulla lotta per i diritti digitali nel 2018.

DONARE A EFF

Ti piace quello che stai leggendo? Supporta oggi la difesa della libertà digitale!

(Articolo originale: EFF)

Commenta su Facebook
Fondazione Frontiera Elettronica

Informazioni su Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.

Precedente Aquaman muore per essere intrappolato nella plastica di una confezione da sei Successivo Vittorie nelle legislature statali: 2018 in revisione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.