Tragedia sul campo, una malattia improvvisa poi crolla e muore. Shock e sgomento


iSpeech Vogon

Tragedia sul campo durante la partita di basket. Succede nella palestra "Show" di via Postumia a Cremona nella categoria Under 16 tra Sanse Bianco e JuVi. Dopo diversi tentativi di strapparlo alla morte, l'allenatore della Juventus Sandro Galli non ce l'ha fatta. Una tragedia che lascia tutti sotto shock. Gauls, un insegnante di educazione fisica di 67 anni, è stato immediatamente soccorso da due infermieri che si trovavano sulle tribune che hanno praticato il massaggio cardiaco mentre aspettavano l'ambulanza.

I soccorritori che arrivarono sul posto lo portarono in codice rosso all'ospedale di Cremona, ma non c'era niente da fare. Secondo una prima ricostruzione di quello che è successo, durante il gioco ci sarebbe stato un alterco in un'azione di gioco tra l'allenatore Galli e alcuni giocatori della squadra avversaria. Toni molto vivaci che hanno costretto l'arbitro ad espellere l'allenatore JuVi. (Continua dopo la foto)

Una volta fuori dal campo, Galli crollò a terra colpito dalla malattia. La partita è stata sospesa. Scioccato dai giocatori e dai genitori tragedia. L'età media delle persone colpite da attacchi di cuore è diminuita significativamente negli ultimi anni, infatti la cifra scende da 64 a 60 anni. Tuttavia, la casistica delle vittime delle 50 vittime di infarto è sempre più ampia. L'infarto è una di quelle malattie che colpisce senza troppi avvertimenti, o meglio, bisogna essere bravi ad anticipare i sintomi, magari anche con una prevenzione mirata. (Continua dopo la foto)

In Italia, decine di migliaia di persone muoiono ogni anno per un infarto miocardico acuto. Le placche ateromatose si formano presto, specialmente con l'avanzare dell'età, aumentando progressivamente di spessore inizialmente senza dare sintomi ben definiti. Le cardiopatie acute o croniche si presentano in una fase successiva. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}
La cifra allarmante arriva da uno studio americano, sempre più "giovani" vengono colpiti da un infarto. La prevenzione è possibile, dobbiamo imparare ad "ascoltare" il nostro corpo.

Lo studio è stato presentato presso l'American College of Cardiology e pubblicato nella rivista New England Of Medicine. La ricerca, effettuata dalla Cleveland Clinic, è stata effettuata su 4000 pazienti, vittime della forma più grave di infarto, evidenziando un forte aumento percentuale dei fattori di rischio nei "giovani". L'età media, infatti, sarebbe diminuita da 64 a 60 anni, con una vasta casistica inferiore ai 50 anni.
Lo studio sull'attacco di cuore.

Dietro le quinte della potenza di Business.it

Ti potrebbe interessare anche: Anna Tatangelo super hot, l'immagine dalla palestra manda i fan in delirio

L'articolo Tragedia sul campo, una malattia improvvisa poi crolla e muore. Choc e sgomento provengono dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Articolo originale su Caffeina Magazine)

Commenta su Facebook
1,3,7-trimetilxantina

Informazioni su Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.

Precedente Blog Week # 41 Successivo Alberto Angela rivela il suo "segreto". E chi se lo aspettava da qualcuno come lui ...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.